Le ecoisole spingono la differenziata al 69%

11 gennaio 2021

Livelli mai raggiunti a Teramo da quando c’è il ‘porta a porta’

TERAMO – Sono strabilianti i risultati della raccolta differenziata a Teramo, sotto la spinta della sperimentazione delle ecoisole nelle frazioni. I numeri parlano del 68% raggiunto nella media cittadina, con un 85% all’interno delle ecoisole, con quote mai raggiunte prima da quando è stato istituito il porta a porta.

Secondo l’assessore Martina Maranella il risultato non sorprende, vista la collaborazione espressa dai cittadini e la concertazione portata avanti dal Comune con i residenti delle frazioni, che prevede un continuo scambio di opinioni e ‘aggiustamenti’ che ‘conformano’ il servizio alle diverse esigenze.

Proprio oggi si è tenuta una riunione tecnica tra Amministrazione Comunale e rappresentanti della TeAm, voluta dall’assessore Maranella, al fine di evidenziare le criticità emerse nella frazione di Frondarola in relazione alla modifica della modalità di raccolta domiciliare dei rifiuti. Dall’incontro è emerso un problema di sicurezza degli operatori ecologici, impossibilitati al transito nelle strade interne alla frazione. Per quanto le difficoltà emerse attengano propriamente all’operatività gestionale della società che gestisce il servizio, il Comune si è attivato immediatamente per proporre una soluzione condivisa. Pertanto, nella stessa giornata, è stato effettuato un sopralluogo da parte dell’assessore Maranella, del funzionario del settore ambiente del Comune di Teramo e dei rappresentanti dell’ente gestore del servizio, attraverso il quale si è individuata una soluzione, condivisa anche con i residenti presenti della frazione, mediante installazione di tre punti di raccolta, che permettano alle utenze coinvolte (circa una quindicina) in questa modifica e sopratutto alle persone anziane di poter agevolmente smaltire i propri rifiuti differenziati nei contenitori differenziati.

Dichiara l’Assessore: “Abbiamo raccolto le lamentele dei residenti del centro storico della frazione di Frondarola che si sono trovati, di fronte ad un cambio improvviso della modalità di raccolta dei rifiuti a domicilio e la comprendiamo, ma è necessario conciliare la salvaguardia della sicurezza dei lavoratori e le esigenze dei cittadini. Questa soluzione, condivisa tra Ente Gestore e cittadini residenti è la conferma che quando i protagonisti dialogano tra loro si riescono a risolvere i problemi”.

fonte:Emmelle

counter

Ultime NovitÓ

TERAMO PULITA F'AMMATTI 15
La Te.Am. Teramo Ambiente S.p.A comunica che giovedý 25 Febbraio, giovedý in cui non viene effettuata la raccolta ...
APERTE LE BUSTE ABBANDONATE IN PIAZZA MARTIRI PENNESI, ...
Discarica abusiva in pieno centro storico a Teramo: il Comune e la TeAm intervengono, rimuovendo le buste. Dopo le ...

Percentuali RD