"Gli ignorantoni di via Fonte Regina" per l'abbandono sei grandi sacchi neri per strada

10 febbraio 2021

Su Facebook li chiamano: "Gli ignorantoni di via Fonte Regina" per l'abbandono sei grandi sacchi neri per strada che contengono di tutto. Al di la dei nomignoli e della segnalazione che riportiamo qui, vogliamo augurarci che dopo la conferenza stampa del Comune casi del genere non si ripetano più. “La stragrande maggioranza dei teramani ha interpretato la rimodulazione del servizio di raccolta dell’indifferenziato in maniera ottimale”, questo il commento del Sindaco Gianguido D’Alberto e dell’assessore Martina Maranella, alla verifica del primo ‘passaggio’ della  nuova e più precisa modalità di raccolta del rifiuto secco non riciclabile, avviata il 3 Febbraio.   La nuova raccolta del Rifiuto Urbano Residuo avviene ora esclusivamente mediante lo svuotamento del mastello grigio in dotazione ai cittadini. La finalità è di incentivare ulteriormente la raccolta differenziata e la riduzione della produzione del RUR. Per quanto disposto dal Regolamento di Igiene Urbana, i cittadini devono depositare i rifiuti della raccolta differenziata all’interno del contenitore rigido, dentro buste di plastica chiuse preferibilmente semitrasparenti e devono provvedere alla pulizia dello stesso. Col nuovo sistema, i sacchi non conferiti all'interno del mastello grigio non sono stati (e non saranno più) ritirati e sulle buste non riposte dentro i mastelli, gli operatori lasceranno un adesivo.  Al debutto della nuova fase, sono stati impiegati dagli addetti alla raccolta circa 1.100 adesivi apposti esclusivamente sui sacchi non disposti all'interno del mastello. Le anomalie di conferimento si sono verificate in tutti i circuiti di raccolta sia cittadini che frazionali, sopratutto nelle zone del Quartiere Cona, in Viale Bovio ed in Viale Crispi. Sono stati maggiormente interessati i condomini in particolare quelli di maggiore dimensione. La finalità della nuova disposizione, è di ridurre drasticamente la produzione di RUR, che è la parte non riciclabile dei rifiuti soliti urbani, in quanto la Legge regionale n. 45 prevede un aumento del tributo in caso non si raggiungano gli obiettivi prefissati dalla normativa regionale e, al contrario, una sostanziale riduzione dello stesso, in caso in cui si superino gli obiettivi di raccolta differenziata. “L’incentivazione della raccolta  ‘esatta’ –sostengono gli amministratori - va nell’ottica del miglioramento ambientale e del risparmio sulla tariffa. Più in generale – proseguono -   i numeri della raccolta differenziata sono straordinari; nonostante il Covid, siamo arrivati al 70 % della raccolta e, con la spinta del progetto delle ecoisole abbiamo toccato l’80%.  Dobbiamo proseguire in questa direzione, per il bene della nostra comunità e dell’ambiente i cui viviamo” Per scendere nello specifico della raccolta del secco indifferenziato che all’avvio del 3 Febbraio ha fatto registrare alcune criticità, il Sindaco e l’assessore Maranella affermano:  “Ogni cambiamento,  ogni modifica, più è forte, significativa, alta, complessa, più rischia di portare con sé situazioni di disagio che vanno superate; miglioreremo ancora, anche sul piano dell’interlocuzione, dell’educazione ambientale, comunicando in maniera più comprensibile i cambiamenti. Deve rimanere però fermo il principio inequivocabile e rivoluzionario, imposto dalla normativa europea, nazionale e regionale, verso il quale noi continueremo ad andare con due obiettivi: miglioramento della percentuale di raccolta e abbattimento dei costi e delle tariffe per i cittadini. Tutto questo inoltre  – concludono - con la prospettiva della TeAm trasformata in società in house, non può che aprire orizzonti incoraggianti e positivi”. Ecco quali sono i rifiuti compresi nella categoria  RIFIUTO SECCO NON RICICLABILE (INDIFFERENZIATO). Si tratta di tutti quei rifiuti per i quali non è attiva una specifica raccolta differenziata (vetro, carta, plastica, ecc.), e considerati non riciclabili o indifferenziati. Per essi, va utilizzato un generico sacchetto e vanno portati fuori casa esclusivamente dentro il bidoncino grigio: •    Accendini; •    Mozziconi di sigarette; •    Lamette rasoi; •    Stracci impregnati di unto; •    Pannolini, assorbenti, pannoloni; •    Cosmetici; •    Ceramica e porcellana; •    Calze di nylon; •    Guanti e oggetti in gomma; •    Sacchetti aspirapolvere; •    Polvere; •    Giocattoli; •    Penne e pennarelli; •    Ghiaino del gatto se non biodegradabile

Continua a leggere su: https://www.certastampa.it/attualita/42765-foto-gli-ignorantoni-di-via-fonte-regina-ecco-come-si-fa-la-giusta-raccolta-dell-indiferrenziato.html

counter

Ultime NovitÓ

TERAMO PULITA F'AMMATTI 15
La Te.Am. Teramo Ambiente S.p.A comunica che giovedý 25 Febbraio, giovedý in cui non viene effettuata la raccolta ...
APERTE LE BUSTE ABBANDONATE IN PIAZZA MARTIRI PENNESI, ...
Discarica abusiva in pieno centro storico a Teramo: il Comune e la TeAm intervengono, rimuovendo le buste. Dopo le ...

Percentuali RD